Un insieme nasce per contrasti

CICLO DI LABORATORI INTENSIVI

 

Ci vuole una tensione! Dove ricercare il teatro? Dov’è il teatro?

In ogni moto che ha quella tensione. Nel laboratorio c’è la dimensione ideale in cui sperimentarsi e definirsi, rappresenta lo spazio ideale in cui il teatro può realmente tradursi in una arricchente esperienza di vita, è lo spazio in cui si possono ricercare azioni semplici e complesse al tempo stesso e che implica una profonda coerenza, una coltissima libertà d’immaginazione, un rigore come sempre più di rado si coglie oggi intorno al teatro.

 

 

Mai come in questi mesi ho fatto sempre più mie le parole di chi ha avuto un altro sguardo: Antonio Neiwiller. “Bisogna mettere con coraggio tutto in discussione […] È tempo di mettersi in ascolto. È tempo di fare silenzio dentro di sé. È tempo di essere mobili e leggeri, di alleggerirsi per mettersi in cammino, per guardare oltre le macerie e l’orrore. La ricerca di atti di eticità. […] Che senso ha se solo tu ti salvi. […] Mettersi in cammino, lasciare tracce, edificare luoghi, unirsi a viaggiatori inquieti, procurare incontri, mantenersi aperti, unirsi nel movimento, nell’inquietudine. Bisogna inventare. Una stalla può diventare un tempio e restare magnificamente una stalla. Ci vuole un altro sguardo per dare senso a ciò che barbaramente muore ogni giorno omologandosi.

E come dice un maestro: Tutto ricordare e tutto dimenticare”.

Emanuela Rolla

 

Ci vuole una tensione! Dove ricercare il teatro? Dov’è il teatro?

In ogni moto che ha quella tensione. Nel laboratorio c’è la dimensione ideale in cui sperimentarsi e definirsi, rappresenta lo spazio ideale in cui il teatro può realmente tradursi in una arricchente esperienza di vita, è lo spazio in cui si possono ricercare azioni semplici e complesse al tempo stesso e che implica una profonda coerenza, una coltissima libertà d’immaginazione, un rigore come sempre più di rado si coglie oggi intorno al teatro.

Mai come in questi mesi ho fatto sempre più mie le parole di chi ha avuto un altro sguardo: Antonio Neiwiller. “Bisogna mettere con coraggio tutto in discussione […] È tempo di mettersi in ascolto. È tempo di fare silenzio dentro di sé. È tempo di essere mobili e leggeri, di alleggerirsi per mettersi in cammino, per guardare oltre le macerie e l’orrore. La ricerca di atti di eticità. […] Che senso ha se solo tu ti salvi. […] Mettersi in cammino, lasciare tracce, edificare luoghi, unirsi a viaggiatori inquieti, procurare incontri, mantenersi aperti, unirsi nel movimento, nell’inquietudine. Bisogna inventare. Una stalla può diventare un tempio e restare magnificamente una stalla. Ci vuole un altro sguardo per dare senso a ciò che barbaramente muore ogni giorno omologandosi.

E come dice un maestro: Tutto ricordare e tutto dimenticare”.

Emanuela Rolla

 

Con queste parole vi diamo il benvenuto al nuovo percorso intensivo di recitazione sullo studio del personaggio condotto da Emanuela Rolla, attrice e regista diplomata al Teatro Stabile di Genova, ora Teatro Nazionale.

Durante lo svolgimento della singola classe verrà condotto un lavoro sulla costruzione tridimensionale del personaggio, attraverso esercizi di training mirati e specifici basati sul metodo di Lee Strasberg, Michael Margotta e Susan Batson. Dalla ricerca per la costruzione della biografia, attraverso il lavoro individuale nell’esecuzione di step specifici e/o di esercizi creativi di improvvisazione, si arriverà a creare la vita di un personaggio, pienamente umana, di straordinaria grandezza espressiva e all’insegna della parola d’ordine “Verità”.

Ogni workshop prevede una classe on-line (Venerdì sera) e due giornate di lavoro in presenza (Sabato e Domenica).

Gli iscritti dovranno proporre la scelta di un personaggio, tratto liberamente da testi di drammaturgia classica e contemporanea o da opere cinematografiche o da biografie, in base alle proprie esigenze personali, creative e artistiche. È richiesta la memoria di un monologo o una scena del personaggio.

L’eventuale proposta di personaggi tratti da testi inediti sarà valutata previa visione del testo che dovrà essere inviato via mail (formato pdf) al momento della candidatura.

Date

(Venerdì sera- Sabato e Domenica)

Ottobre:  8-9-10; 22-23-24
Novembre: 5-6-7; 26-27-28
Dicembre: 3-4-5

30-31 Ottobre e Lunedi 1 Novembre:

unico workshop in cui il lavoro sara svolto solo in presenza.

R

Iscrizione

 L’iscrizione e aperta a tutti coloro che abbiano necessita o desiderio di lavorare sulla propria creatività.

Si raccomanda di mandare via e-mail la propria candidatura (breve CV artistico e lettera motivazionale) in copia ai seguenti indirizzi e-mail:

emanuelarolla@gmail.com

rossi.danielap@gmail.com (assistente ed organizzatrice)

 

Emanuela Rolla esaminerà le richieste pervenute e l’idoneità all’ iscrizione sarà comunicata via mail entro 3-4 giorni dall’arrivo del materiale del candidato. Si ricorda che i posti disponibili sono limitati a un massimo di 12 persone e dopo la verifica. dell’idoneità saranno assegnati nell’ordine di invio di conferma di partecipazione. L’iscrizione sarà considerata effettiva dopo il versamento di un acconto pari a 50 euro (tramite paypal o postepay).

Ogni workshop include la frequenza della classe on-line (Zoom meeting) il Venerdi sera (3-4 ore della classe live nel weekend (20 ore).

La classe online sara dedicata sia all’esecuzione di uno step assegnato nei giorni precedenti agli iscritti, sia alle domande e risposte, chiarimenti di eventuali dubbi o spiegazioni sulla teoria e i compiti assegnati.